17 Ott

A volte le maschere dell’ansia sono davvero bizzarre. È il caso del sintomo chiamato “sindrome delle gambe senza riposo”, che si manifesta durante la notte sotto le coperte col bisogno di FAR ANDARE LE GAMBE, di muoverle, di correre nel letto. Il sonno viene disturbato più volte dopo essersi girati nel letto, oppure addirittura dopo camminate avanti e indietro per la casa. I motivi possono essere diversi, sembra che le gambe vogliano recuperare quei movimenti repressi durante il giorno per la sedentarietà, oppure che vogliano indicare uno stacco dal resto della giornata. Nella lettura dei messaggi del corpo, le gambe ci chiedono di SCAPPARE, indicano una sessualità a volte repressa o non completamente espressa. Per questa particolare sindrome è fondamentale un’alimentazione priva di latte e latticini, evitando il gruppo di sostanze nervine (metilxantine) come il caffè, thè, guaranà, ginseng, coca cola, aumentando frutta e verdura di stagione, dando un supplemento di magnesio al corpo ed inserendo DEPMALUX.M con 20 gocce prima di pranzo e ANSIOLUX.M con 20 gocce 30 minuti prima di coricarsi.La presenza di piante con elettiva proprietà sedativa delle inquietudini diurne con forte senso di tensione, porta i muscoli e l’intero corpo a senso di quiete ritrovata, mentre la sera viene accompagnata da un rimedio specifico come drenaggio per l’astenia mentale e la distonia del sistema vegetativo (quello delle emozioni). Per facilitare una buona linea di aiuto è necessario continuare l’assunzione per tre mesi consecutivi e ripetere ogni 6 mesi.

Per facilitare la distensione delle gambe è importante utilizzare come rimedio omeopatico Arsenicum Album con almeno 3 granuli 2 volte al dì per tre mesi.

CONSIGLI USO TOPICO: soluzione di acqua calda e miele, due gocce di OLIO AZZURRO (linea bioessentie), impregnare delle bende di garza e fasciare le gambe partendo dalla caviglia per arrivare all’inguine per 20 minuti (ripetere una volta a settimana).