rimedi naturali per l'abbassamento di voce
15 Ott

Rimedi naturali per l’abbassamento di voce

Che cosa è l’abbassamento di voce?

L’abbassamento di voce, o disfonia, è una patologia che interessa la laringe, le corde vocali, la lingua e/o la bocca.

Quali sono i disturbi della voce?

L’abbassamento di voce consiste nella difficoltà ad emettere suoni, che può essere più o meno intensa, di tipo qualitativo o quantitativo, dalla raucedine (difficoltà a produrre suoni gravi), fino all’abbassamento di voce o alla sua totale assenza (afonia).

1) Raucedine: conosciuta anche con il termine di xerofonia, si caratterizza per la voce roca e velata, ed è uno tra i principali sintomi legati alle patologie invernali.

2) Fonoastenia: si tratta di una diminuzione dell’intensità di emissione della voce o dell’interruzione di una nota emessa. La voce si presenta debole e affaticata.

3) Afonia: la voce risulta totalmente assente. Può essere determinata da diversi fattori, come affaticamento psicofisico, inalazione di corpi estranei, paralisi bilatera

Che cosa causa l’abbassamento di voce?

Le cause di disfonia (oltre all’invecchiamento) sono da ricercare nelle alterazioni anatomiche e funzionali, nelle patologie infettive e nelle infiammazioni delle vie aeree superiori spesso dovute all’azione di agenti irritanti come l’inquinamento atmosferico, il fumo, l’aria fredda, ecc.

Tra i fattori che possono mettere a dura prova la gola ricordiamo:

  • sforzi vocali;
  • infezioni delle alte vie respiratorie;
  • fumo;
  • situazioni stressanti;
  • agenti irritanti.

Spesso grazie all’utilizzo di rimedi naturali per l’abbassamento di voce è possibile curare questa spiacevole patologia e in pochi giorni si può quindi trovare un piacevole sollievo, ma se trascurato, può sfociare anche in più serie faringititracheiti o laringiti.

La laringe è comunque irritata e coperta di muco, l’equilibrio tra polmoni, laringe e corde vocali si è alterato.

Cosa dice l’Omeosinergia in merito all’abbassamento di voce?

La laringe, sede delle corde vocali, è collegata al 5° chakra (per l’Omeosinergia 3° centro energetico, iniziando dalla somma del capo). Tutta l’area ed i suoi organi e ghiandole (laringe, corde vocali, faringe, tonsille, tiroide, paratiroidi, …) è collegata alla comunicazione, nel suo senso più ampio di espressione di sé.

Se noi abbiamo difficoltà ad esprimere le nostre istanze più profonde, per cui parliamo ma non comunichiamo veramente, andremo soggetti a malattie degli organi collegati a tale centro energetico.

La voce che si abbassa o si altera è altresì chiara indicazione dei nostri problemi ad esprimerci, anche rispetto ad una situazione esperienza specifica che stiamo vivendo nel Rifiuto.

Per saperne di più www.omeosinergia.eu

Rimedi naturali per l’abbassamento di voce.

La prima cosa da fare è bere molta acqua, che ammorbidisce le mucose e pulisce le vie aeree.

Vocalizzi eseguiti con un tono basso possono inoltre servire a sciogliere il catarro e a rilassare la gola.

Come nel caso del mal di gola anche bere miele sciolto nel latte caldo o miele e limone a digiuno aiuta a lenire l’irritazione e sciogliere le parti mucose.

Anche fare dei semplici gargarismi e sciacqui con acqua e bicarbonato o acqua e sale aiuta a schiarire la voce istantaneamente, mentre il classico rimedio della nonna è quello di mangiare qualche acciuga in salamoia, poiché il sale, avendo un’azione antibatterica, dà un’immediata limpidezza alla voce.

Cipolla e aglio sono entrambi dei veri e propri antibiotici e antinfiammatori naturali, in particolare con la cipolla possono essere preparate delle tisane, basta far bollire per ogni tazza d’acqua la buccia di mezza cipolla, filtrate, lasciate raffreddare e poi zuccherare secondo il vostro gusto.

Rimedi naturali per l’abbassamento di voce con l’aiuto della Fitoterapia.

Erisimo

L’erisimo è conosciuto come erba dei cantanti – considerata ottima per le infiammazioni della gola. Viene utilizzata per la preparazione di una tintura madre e di tisane. È consigliata per laringiti, faringiti e tracheiti. Si trova anche in compresse. Per la tintura madre, il consiglio è di assumerne da 30 a 50 gocce con un po’ d’acqua per 2/3 volte al giorno.